Juketown

Il papillon, un nuovo accessorio per un uomo alla moda

 10 novembre 2015
  |  
 Categoria: Abbigliamento
  |  
 Scritto da: admin

Il papillon è da sempre un classico del mondo della moda che si è rinnovato nel tempo fino ad arrivare ai giorni nostri. I nomi con cui viene chiamato sono svariati e di eguale uso comune: cravatta a farfalla, cravattino, farfallino o farfalla. Insomma tanti nomi per definire un oggetto dallo stile intramontabile che nel mondo della moda non è mai uscito di scena.


Com’è fatto il papillon?


Come tutti sanno, il papillon o cravatta a farfalle che dir si voglia, è un fiocco che va a chiudere il colletto della camicia proprio come fa la cravatta e che ha una forma simmetrica. La classica cravatta può essere, in genere, di due tipi.


Quello che in maniera tradizionale va annodato, è formato da un nastro che viene appunto allacciato con un nodo che è simile a quello delle scarpe. Il nastro può essere sagomato in diverse forme, questo dipende da che tipo di papillon si vuole usare anche in base al vestito da indossare. Si può regolarne la lunghezza.


L’altro tipo consiste in quello premontato, può essere a collare o a spilla, questo è molto semplice da utilizzare per chi, che sia per questioni di comodità o altro, non vuole mettessi a fare il nodo classico. In questo caso il nodo è cucito ma si può comunque regolarne la lunghezza.


Origini del papillon


Possiamo sicuramente dire che il papillon sia un nuovo accessorio per un uomo che desidera essere alla moda. Ma quali sono la sua storia e le sue origini? Purtroppo non ci è dato sapere quali siano esattamente, alcuni le fanno risalire fino ai tempi delle piramidi. Le teorie sono varie, comunque, presumibilmente le sue origine risalgono alla guerra dei Trent'anni del XVII secolo, a quanto pare i mercenari croati utilizzavano una sciarpa che legavano a fiocco intorno al collo e che teneva legata la camicia (molto probabilmente priva di bottone).


Questa metodologia fu poi in seguito utilizzata sia nella moda maschile francese che in tutto il resto dell’Europa. Il suo nome è sicuramente di derivazione francese. Negli anni, in Italia, ha assunto una funzione simbolica per diversi gruppi politici e non.


Il papillon oggi


In generale è un accessorio maschile, ma negli anni è stato utilizzato anche nella moda femminile, fornendo un ulteriore accessorio nell’abbigliamento delle donne. Ad oggi una persona seriamente appassionata di moda o che ama seguirla, oppure che semplicemente non vuole farsi mancare un componente particolare nell’armadio, di sicuro ne possiede uno. Un’innovazione tutta italiana, umbra ad essere precisi, il cui sito è raggiungibile tramite questo indirizzo: www.papillonart.it. PapillonArt infatti ha avuto un’idea davvero originale.


I loro papillon sono fatti di un materiale da riciclo, che diviene cartone compresso e che poi viene trasformato in un meraviglioso papillon per uomo e donna. Sono personalizzati e semplici da indossare, si possono scegliere svariati soggetti stampati sul cartone, che hanno come tema l’arte.


Di sicuro chi li indossa si sentirà alla moda con al collo un particolare di un’opera di grandi artisti del passato come Michelangelo o Botticelli oppure dei più recenti Van Gogh e Klimt. Questi papillon sono prodotti artigianali davvero innovativi.

Navigazione
2011-2017 - JukeTown.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali