Juketown

Shatush grigio: come si fa e a chi sta bene?

 20 marzo 2018
  |  
 Categoria: Moda
  |  
 Scritto da: admin
shatush grigio

Tra le nuove tendenze di moda per capelli troviamo lo shatush grigio che si adatta bene ad ogni tipo di capelli e che però necessità di una decolorazione più aggressiva rispetto alla decolorazione classica.


Questo trattamento è perfetto per ogni tipo di colore di capelli e si adatta quindi ad ogni donna, poiche è possibile variare le sfumature di grigio che possono risultare più o meno chiare e di conseguenza apparire naturali. Infatti è possibile realizzare uno shatush grigio su capelli castani oppure uno shatush grigio su capelli neri.


Il risultato finale è così elegante e naturale al punto da essere diventato oggi uno dei trattamenti più richiesti nei saloni di bellezza. Addirittura la sfumatura di grigio lungo la lunghezza del capello risulta più chiara pian piano che si arriva alle punte.



Come si fa lo shatush grigio?


Allo stesso modo dello shatush biondo e di altre tipologie d shatush, anche lo shatush grigio si ottiene mediante una schiaritura o decolorazione dei capelli a partire da metà della loro lunghezza fino ad arrivare alle punte, tutto questo senza coinvolgere le radici.


Il trattamento può risultare aggressivo e poco salutare per i capelli: infatti i capelli devono essere prima decolorati e successivamente tinti, in tutto questo si aggiunge un trattamento ant-ingiallimento per evitare che il colore sparisca dopo pochissimi lavaggi.


Quindi per realizzare con successo lo shatush grigio bisogna evitare errori che possono portare a rischiosi danni ai capelli e quindi il consiglio è quello di rivolgersi sempre ad un hair-stylist specializzato.


Solo un professionista del settore, oltre a lavorare nella maniera più corretta possibile, potrà consigliare la sua cliente sulla scelta della sfumatura che meglio si adatta. Una scelta che influisce anche sulla carnaggione della propria pelle e sul colore naturale dei capelli.


Quindi, nel caso invece si scelga di realizzare uno shatush grigio fatto in casa è fondamentale non improvvisare ma seguire delle importanti regole in materia di decolorazione e colorazione dei capelli oppure, come consigliato in precedenza, meglio affidarsi ad un professionista del settore.



Analizziamo il procedimento


Il procedimento dello shatush grigio si compone di varie fasi:


  • 1. Il primo passo per realizzare uno shatush grigio che sia perfetto è iniziare a cotonare i capelli: ciò permette una sfumatura molto più naturale e più uniforme evitando che si formino quegli orribili stacchi di colore.


  • 2. Il secondo passaggio prevede la decolorazione dei capelli attraverso l’acqua ossigenata in crema: questa andrà lasciata in posa almeno fino a quando non si sarà ottenuta la decolorazione perfetta per creare il giusto grado di sfumatura. Questa fase, non a caso, è tra le più delicate: sbagliare l’operazione anche di pochi minuti significa rischiare di danneggiare i capelli in maniera permanente.


  • 3. Giunti a questo punto è tempo di passare a un trattamento anti-ingiallimento utile a nutrire il più possibile il capello. Inoltre, con questa accortezza, si vanno a ridurre gli antiestetici riflessi gialli che spesso possono rovinare l’intero lavoro.


Nel caso si voglia realizzare uno shatush grigio su capelli scuri bisogna partire da una decolorazione di molti toni sulla lunghezza e solo dopo dedicarsi alla tintura con la tonalità prescelta di grigio. Le radici non dovranno essere assolutamente toccate.


Se invece si ha una chioma bionda, occorre scurire le radici. In caso di biondo ancora più scuro, bisognerà procedere con la decolorazione e solo dopo con la colorazione.


Al momento della colorazione occorre dividere i capelli in ciocche e cotonarli.

In un secondo momento si passerà al colore per lavorare alla sfumatura che si preferisce.



Shatush grigio: a chi sta bene?


Il grigio è ritornato di moda tra le giovanissime e in modo particolare per i tagli corti mentre le donne con capelli lunghi possono scegliere uno shatush di colore argento che può essere realizzato solamente per le punte o per tutta la lunghezza dei capelli.


Su social l’hashtag #grannyhair è diventato virale, però bisogna precisare che questo look particolare e di moda non è adatto per tutte le donne. Lo shatush grigio, infatti, può far diventare ancora più fiacca e chiara una pelle già pallida, conferendo un’immagine poco seducente.


In generale si può affermare che lo shatush grigio sta bene a chi possiede una pelle dalle tonalità fredde. Per le donne che possiedono una carnagione olivastra è consigliato uno shatush dai colori caldi come ad esempio il castano. Invece capelli neri e biondi potrebbero trovare più giovamento puntando su uno shatush bianco.


Vediamo di seguito alcune varianti dello shatush grigio:



Shatush grigio su capelli castani


Lo shatush grigio su capelli castani chiari necessita di una decolorazione meno forte rispetto a quella eseguita su capelli castano scuri, mentre quest’ultima svela spesso effetti di colore soprendenti. Un esempio è lo shatush grigio viola che si caratterezza per riflessi viola e malva molto femminili ed eleganti.



Shatush grigio su capelli neri


Lo shatush grigio su capelli neri è uno dei trattamento più richiesti nei saloni e si ottiene decolorando di molte tonolità la lunghezza e le punte dei capelli, per tingere successivamente la zona decolorata mediante i toni di tinta scelti.


In caso di capelli scuri le varianti tra cui scegliere sono molteplici. Per esempio lo shatush grigio bianco che si distingue per la sua decolarazione molto marcata rispetto alle radici nere, oggi è la tipologia di shatush preferita dalle donne che amano un look audace. Allo stesso tempo è doveroso parlare dello shatush grigio blu che risulta ideale per donne con capelli neri, in tutte le sue sfumature, dal blu color notte al blu elettrico.


Bisogna fare presente che, se si hanno capelli neri, l’effetto della sfumatura di grigio tenderà al bianco ghiaccio o al blu: per questo motivo si suggerisce di rivolgersi al proprio parrucchiere di fiducia per ottenere un buon risultato. Spesso, infatti, possono essere necessari vari passaggi e tempi di posa più lunghi che potrebbero rendere il capello assai fragile.



Shatush grigio su capelli biondi


Lo shatush grigio su capelli biondi è molto semplice da ottenere poiché non bisogna decolorare. Basta solamente l’applicazionde della tonalità di colore scelta sulla lunghezza e sulle punte dei capelli già chiari.


In questo caso l’effetto è semplicemente stupefacente in quanto è capace di donare una luce molto naturale a propri capelli. Allo stesso modo lo shatush grigio ghiaccio risulta ideale per donne con capelli biondi, soprattutto se il colore è un biondo platino o ghiaccio.



Quali sono gli svantaggi dello shatush grigio?


Certo lo shatush grigio sta bene a tutti i tipi di capelli, ma bisogna ricordare che questo trattamento richiede continui ritocchi alla radice e dunque una cura sovente.


Basti pensare ai capelli scuri: in questo caso bisognerà andare a scurire spesso la base per non creare un effetto totale poco gradevole.


Occorre inoltre ricordare che la decolorazione è molto più aggressiva dello shatush tradizionale, quindi il capello va costantemente curato per averlo sempre in buona salute.

Navigazione
© 2011-2017 - JukeTown.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali