Juketown

Amazon, il fenomeno crescente degli acquisti online

 18 aprile 2018
  |  
 Categoria: Acquisti online
  |  
 Scritto da: admin
amazon acqusiti online

Il web ha innegabilmente modificato le nostre abitudini e i nostri consumi. Basti pensare a un fenomeno di massa come le piattaforme di e-commerce che hanno facilitato la nostra esperienza di acquisto in qualsiasi settore, 24 ore su 24, grazie a un pc o a uno smartphone, e a una connessione.


Impossibile dunque non collegare, in pochi secondi, la parola e-commerce ad Amazon, colosso statunitense che ne ha fatta di strada negli anni. Se infatti nel lontano nel 2010 Amazon proponeva unicamente prodotti rientranti in sei categorie, ecco otto anni dopo ampliare immensamente la sua disponibilità: 175 milioni prodotti e oltre 20 categorie.



Amazon: l'ascesa inarrestabile


Lo sanno bene anche i piccoli venditori che, per far crescere le proprie attività e avere una maggiore visibilità, spesso e volentieri utilizzano il marketplace di Amazon usufruendo di servizi di tipo diverso tarati sulle proprie esigenze. Tra questi, la possibilità di tradurre le schede dei prodotti in più lingue per raggiungere così un pubblico sempre più vasto e variegato.


C’è chi, in questi ultimi tempi, ha parlato di "Death by Amazon" ovvero del fallimento senza precedenti di aziende tradizionali che non hanno saputo stare al passo con i tempi e adeguarsi a un concorrente così ingombrante. Il risultato: milioni di punti vendita spariti da tutte le città. Ma Confcommercio e Confesercenti, ad esempio, non sono d’accordo. Dietro ogni saracinesca abbassata, infatti, non c’è sempre un e-commerce colpevole ma ragioni ben più profonde.


Amazon intanto non arresta la sua corsa, tant’è che la sua crescita appare costante. Basti pensare al Black Friday 2017 in cui sono stati venduti nell’arco delle 24 ore ben 2 milioni di prodotti, il doppio rispetto al 2016.


Tra i punti a favore di Amazon, la vetrina Made in Italy che accoglie prodotti italiani nati sia da piccole aziende che da artigiani locali: cibi gourmet e vini, ceramiche, gioielli, borse e molto altro ancora. Ad oggi, la vetrina ospita più di 60.000 prodotti provenienti da botteghe della Campania, Toscana, Sardegna, Calabria, Piemonte. Focus anche su tre province: Bergamo, Firenze e Vicenza. Valida anche la sezione Outlet che mette in evidenza, a prezzi decisamente bassi, migliaia di prodotti provenienti da collezioni del passato o ormai fuori catalogo.



Amazon Prime


Intanto, ed è notizia recente, sono più di 100 milioni gli utenti iscritti ad Amazon Prime in tutto il mondo. A confermarlo, il presidente e amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos. Oggi il servizio, che in Italia ha un costo di 36 euro all’anno, offre l’opportunità di ricevere qualsiasi ordine in appena due giorni e, in più, propone un catalogo di contenuti inerenti sia all’intrattenimento video che a quello musicale.


È indiscutibilmente una grande macchina quella di Amazon, con oltre 600 mila dipendenti, che sta studiando nuovi vantaggi per i suoi affezionati, ad esempio promozioni e servizi aggiuntivi nei supermercati.


Intanto, tra le rivoluzioni contemporanee riservate sempre agli iscritti Amazon Prime, c’è il Virtual Dash Button per ordinare i prodotti preferiti tramite il sito o l’App. Nessuna paura: il funzionamento di questi pulsanti virtuali, in fondo, è uguale a quello dei Dash Button, introdotti dalla società due anni fa.

Navigazione
© 2011-2018 - JukeTown.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali