Juketown

Shatush rosso: come si fa e a chi sta bene?

 17 ottobre 2018
  |  
 Categoria: Moda
  |  
 Scritto da: admin
shatush rosso

Lo shatush rosso è sempre più richiesto tra i trattamenti femminili per rivoluzionare il look dei propri capelli ed è perfetto per le chiome castane e scure. Sono tante e tutte diverse le tonalità realizzabili.


Tonalità diverse riescono a regalare a ogni donna grande personalità e a sottolineare l’innata femminilità, oltre ad adattarsi perfettamente a carnagioni chiare ma anche a quelle più scure. Infatti lo shatush rosso è perfetto per donne che sognano capelli rossi dai riflessi naturali.


Analizziamo da vicino ciò che occorre conoscere per realizzare uno shatush perfetto: quali sono le tonalità realizzabili? E soprattutto su quale tonalità di rosso bisogna orientarsi in base al colore naturale dei propri capelli?



Shatush rosso su capelli castani



shatush rosso su capelli castani

Sono moltissime le varianti che possono essere realizzate per chi possiede capelli castani. Lo shatush rosso su capelli castani è capace di regalare sfumature sempre diverse da chioma a chioma. Per questo motivo i risultati non risulteranno mai uguali, ma decisamente unici.


Il concetto dello shatush è quello di intensificare il colore di base andando a ravvivarlo e offrendo un effetto naturale con varie tonalità del rosso.


Se di base, ad esempio, si hanno capelli di colore castano chiaro, è preferibile scegliere uno shatush rosso declinato sulle tonalità del rame. L’effetto regalerà un look naturale e la possibilità di far risaltare sia il colore degli occhi che la carnagione. Lo shatush rosso su capelli castani scuri, invece, rende con il rosso tiziano. Il castano più scuro, infatti, si arricchisce con sfumature particolari che vanno dal rame al rosso acceso.



Shatush rosso su capelli neri


Lo shatush rosso su capelli neri è la soluzione migliore in quanto permette di illuminare la capigliatura. Lo shatush rosso fuoco sui capelli neri, infatti, risalta particolarmente su chi ha una pelle chiara, simile alla porcellana.



shatush rosso su capelli neri

Ma in fondo sono tante le proposte tra cui scegliere, ad esempio lo shatush rosso ramato per capelli neri, soprattutto per chi vuole cambiare con moderazione, non ama osare ed è alla ricerca di un effetto ben visibile ma meno eccessivo.



Shatush rosso rame


Lo shatush rosso rame è una delle tante varietà realizzabili. Il rosso rame è una delle colorazioni più calde e allo stesso tempo più versatile, poiché sta bene a tutte le donne dotate sia di capelli scuri ma al tempo stesso di capelli chiari.



shatush rosso rame

Lo shatush rame può cambiare in base al risultato a cui si vuole giungere: le varietà di tonalità sono molteplici come ad esempio una colorazione di tipo rame aranciata oppure un rosso più vivo ed acceso.


Pensiamo alle capigliature con shatush rosso rame e biondo, decisamente particolari grazie al contrasto possibile tra l’unione di un colore che esprime calore insieme a ciocche più chiare.


Realizzabile anche lo shatush rosso rame su capelli castani oppure lo shatush rosso rame su capelli scuri che è capace di donare luce alla capigliatura e allo stesso tempo non la stravolge eccessivamente.



Shatush rosso fuoco


Tra le tante tonalità di rosso esistenti, la colorazione rosso fuoco è sicuramente quella più agressiva e forte. Lo shatush rosso fuoco è indicato soprattutto per capelli scuri ed è capace di conferire grinta e personalità a chi lo porta.



shatush rosso fuoco

La colarazione rosso fuoco sta bene a chi possiede una carnaggione chiara, ma anche scura, però non sta bene a chi è possiede dei lineamenti marcati poiché andrebbe ulteriormente ad enfatizzarli.


Lo shatush rosso fuoco non passa inosservato. Basti pensare allo shatush rosso su capelli corti che rende ancora di più con una frangia o un ciuffo. Una sfumatura, dunque, perfetta per ogni donna e per qualsiasi colore di partenza dei capelli.



Shatush rosso mogano


Lo shatush rosso mogano è una colorazione più fredda se confrontata al rame. In questo caso si possono realizzare delle sfumature molto varie con una gradazione che può passare dal castano al rosso. Per tale ragione lo shatush rosso mogano risulta ideale per capelli castani e per chi possiede una carnaggione scura.



shatush rosso mogano

Dunque, le varietà sono tantissime: occorre solo scegliere la colorazione desiderata in base al proprio colore. E’ possibile orientandosi verso colori ciliegia e borgogna. Se si desidera apparire decisamente sexy, i capelli neri con shatush rosso scuro sono il look perfetto per stupire.



Shatush rosso: a chi sta bene?


Lo shatush rosso piace a tutte le donne essendo versatile e disponibile in diverse tonalità. Il risultato finale, non a caso, sarà sempre un colore originale. Per questo motivo oggi la tecnica dello shatush resta richiestissima nei saloni dei parrucchieri.


Cosa bisogna dunque sapere a tal proposito? Vediamo quali sfumature preferire se si vuole optare per lo shatush rosso sia fai da te che in un salone.


Ciascun tipo di carnaggione ha la propria sfumatura di rosso ideale. Infatti se si possiede una pelle chiara è opportuno scegliere una colorazione sul rame che può essere arricchita da ciocche caramellate e più chiare, andando a riempiere in tal modo la capigliatura.


Mentre per chi possiede una pelle olivastra è consigliato orientarsi verso una tonalità rosso fuoco. Questa colorazione non passa inosservata ed ha un forte impatto alla vista.


Invece per gli incarnati molto scuri è preferibile il mogano che in tal caso è la nuance ideale. Il rosso mogano è molto versatile e può assumere le tonalità del borgogna e del ciliegia e sta bene in modo particolare con capelli neri, conferendo un look allla moda.


Però, oltre a prendere in considerazione il colore della pelle, è opportuno scegliere l’esatta tonalità di rosso basandosi anche sul colore naturale dei propri capelli. Infatti per chi possiede capelli molto scuri, quasi tendenti al nero, è indicato lo shatush rosso fuoco che darà il risultato migliore, anche se spesso su questo tipo di capelli vengono utilizzate nuance color rosso rame.


Invece se si possiedono capelli castani, lo shatush ideale è il rosso rame. Questa colorazione dà risultati migliori su una chioma non troppo scura, quindi i capelli castani sono in questo caso la scelta giusta.



Come si fa lo shatush rosso?


La tecnica per realizzare capelli shatush rosso è identica a quella per lo shatush classico e tradizionale.


Per non rischiare di creare danni irreparabili, è sempre bene lavorare con cautela sui riflessi dello shatush rosso affidandosi ai kit disponibili nei negozi di settore.


Uno shatush rosso fai da te talvolta può diventare pericoloso, soprattutto quando occorre miscelare i vari prodotti e non si è esperte. È fondamentale infatti dosare la tonalità ai volumi - tra 20 e 40 - della crema decolorante che ha come ingrediente principale l’acqua ossigenata.


Analizziamo di seguito il procedimento:


  • Tra i primi passaggi, c’è quello di suddividere la chioma in ciocche per poi applicare la crema, servendosi di un pennellino e partendo dalla metà della lunghezza dei capelli per arrivare alle punte.


  • Il prodotto dovrà restare in posa seguendo le tempistiche indicate sulla confezione.


  • Quindi si può passare allo shampoo.


  • Il passo successivo è applicare la restante parte del prodotto sui capelli, rispettare ancora una volta i tempi di posa, lavare i capelli e passare alla messa in piega.


Attenzione: questo trattamento risulta essere abbastanza aggressivo. È consigliabile dunque applicare sui capelli, sin dal primo lavaggio successivo, una maschera utile a nutrirli e ad evitare che diventino secchi.


Riportiamo delle immagini shatush rosso:


shatush rosso

Come mantenere lo shatush


Come prendersi cura del proprio shatush? Qualsiasi tipologia di schiaritura ha la tendenza a sfibrare i capelli, per quanto possa essere delicata. L’unico rimedio possibile è rappresentato da impacchi a base di oli nutrienti come ad esempio: olio di jojoba, oli di semi di lino o olio di mandorle dolci.


In tal caso è consigliato applicare l’impacco e lasciarlo in posa sui capelli per l’intera notte, per poi risciacquare con uno shampoo al mattimo. In tal modo i capelli risulteranno più nutriti, più facili da pettinare e di conseguenza manterranno più a lungo la piega.


E’ consigliato optare per uno shampoo contenente tensioattivi delicati e passare il phon ad una temperatura non troppo calda. Solitamente le colorazioni rame/rosso hanno la tendenza a sbiadire velocemente e per questo motivo è opportuno avere a portata di mano un prodotto per donare lucentezza al proprio shatush, come ad esempio un riflessante per dare vita e vivacità ai capelli.


Nel caso in cui vengono realizzate delle schiariture color rame su uno shatush biondo può accadere che con il passare del tempo il rosso sbiadisca e di conseguenza le ciocche ritorneranno bionde. In tal caso è consigliato l’utlizzo di riflessanti con principio antigiallo per uniformare il colore e renderle più fredde le ciocche.



Consigli per uno shatush rosso fatto in casa


Per uno shatush rosso fai da te è possibile trovare in vendita prodotti specifici come ad esempio il kit denominato "Preference Lo Sfumato" della l’Oreal Paris. Questo kit ti permette di ceare direttamente a casa tua lo shatush rosso ad un prezzo contenuto e allo stesso tempo realizzare un effetto naturale mediante una speciale spazzola che consente di applicare la tinta.


Lo shatush rosso l oreal propone due tonalità:


  • - una tonalità rame che va bene per donne che hanno capelli biondi castano;


  • - una tonalita rossa specifica per capelli castani o tendenti al castano scuro.


Per quanto riguarda la lunghezza dei capelli non ci sono limitazioni: vanno bene capelli corti, medi o lunghi.


Se decidi di realizzare uno shatush rosso fai da te allora il consiglio è quello di orientarsi su un kit dedicato invece di miscelare da soli tinta e schiarente, in modo particolare se si è alle prime armi.


Nelle confezioni in commercio sono contenuti degli appositi applicatori che ti facilatano la realizzazione dello shatush, scongiurando di distrubuire in modo errato il colore e di conseguenza producendo uno stacco netto anziché un’effetto di una sfumatura graduale. Inoltre occorre sempre tenere a mente che la colorazione finale è sempre correlata al colore di base.



Navigazione
© 2011-2019 - JukeTown.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali