Juketown

Parti col piede giusto, scegli la scarpa da Trekking perfetta

 11 giugno 2019
  |  
 Categoria: Acquisti online
  |  
 Scritto da: admin
scarpa da trekking

Performance ed estetica. Sono questi i criteri guida per la scelta della scarpa da trekking ideale. Qual è il modello giusto? Non c’è una risposta valida per tutti, ognuno ha un proprio modo di camminare e una forma dei piedi. La calzatura deve adattarsi alle specificità di chi la indossa, così da affrontare placidamente anche faticose camminate in montagna. Escursioni che senza scarpe adeguate possono trasformarsi in una vera tortura.


L’occhio vuole la sua parte, anche in ambito tecnico. La fattura e le rifiniture delle scarpe sono una delle prime cose esaminate, come per ogni altro capo di abbigliamento. Estetica e qualità dei materiali vanno a incidere profondamente sul prodotto finale. Il design consente, in certi casi, di avere ai piedi una scarpa alla moda, seppur spesso austera nei suoi tratti generali. Può essere indossata senza impacci anche in città, magari nelle giornate invernali più rigide e piovose.


Design e stile della scarpa decidono gli abbinamenti con il resto dell’abbigliamento. Molto rilevante è la varietà di colori disponibili. In generale, un look urban con jeans e giubbino sportivo può rappresentare un’ottima soluzione, sebbene questo genere di valutazioni vada condotto sul singolo prodotto.


Non va però mai posta sullo sfondo la natura di attrezzatura tecnica delle scarpe da trekking. I recenti sviluppi tecnologici hanno introdotto materiali che coniugano leggerezza e alte prestazioni, rispettando elevati standard di resistenza, isolamento e traspirazione.


La suola ha una funzione chiave e deve assicurare torsioni minime e grande capacità di assorbire le sollecitazioni determinate dalle asperità del percorso. Tra le qualità raccomandate sono inoltre presenti tenuta laterale e aderenza su terreni sdrucciolevoli.


Perché la scarpa risulti impermeabile e traspirante allo stesso tempo, i produttori fanno spesso ricorso alla membrana GoreTex. Si tratta di un materiale utilizzato anche in molti altri capi di abbigliamento concepiti per l’outdoor. L’esterno della scarpa deve infatti conservare al caldo e all’asciutto la parte interna, senza per questo limitare la traspirazione. Va scongiurato il rischio di un eccesso di sudorazione del piede.


In molti sottovalutano gli accessori metallici delle calzature da trekking. Quando la scarpa viene sottoposta a grandi sollecitazioni, le minuterie metalliche, come ganci per calzatura tecnica e occhielli, fanno la differenza. E se di scarsa qualità possono compromettere l’escursione.


Ganci, anelli e occhielli devono essere resistenti alla trazione, alla variazione di temperatura e allo sfregamento, prodotti con materiali di qualità e, se possibile, gradevoli allo sguardo. Chi l’ha detto che un prodotto funzionale non possa essere bello da vedere?!


Se l’escursionista preferisce battere sentieri facili, può acquistare delle scarpe basse, che risultano più comode, pratiche e leggere rispetto a quelle alte. Se invece vengono affrontate differenti tipologie di percorsi, le scarpe alte sono l’opzione raccomandata.


È vero che le scarpe alte sono piuttosto pesanti e meno confortevoli delle basse, ma hanno altre prerogative: forniscono più stabilità alla caviglia, cruciale su percorsi scoscesi, e protezione nei confronti di graffi e insetti.


La qualità costa. E se questo è vero in tanti settori dell’abbigliamento, lo è anche con le attrezzature tecniche. Meglio spendere qualcosa in più e investire in un prodotto sempre all’altezza.


Navigazione
© 2011-2019 - JukeTown.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali