Juketown

Capello sfumato: cos'è e come si ottiene

 16 maggio 2018
  |  
 Categoria: Moda
  |  
 Scritto da: admin
capello sfumato

Le ultime mode ci mostrano capelli arricchiti di colore. Per questo motivo il pubblico femminile, per sentirsi ancora più affascinante, è interessato a scoprire nuovi stili e differenti colorazioni. Gli hair-stylist lo sanno bene, tant’è che nei loro saloni di bellezza propongono sempre più spesso alla clientela una chioma con una colorazione sfumata.


D’altronde il capello sfumato non è una novità ed ha origine dallo shatush e dal balayage ed oggi arriva a spingersi oltre realizzando sfumature anche a due o più colori.


Infatti le possibilità sono tante e si può infatti scegliere un effetto sfumato bicolore capace di creare il giusto contrasto con la base naturale. L'effetto è senza ombra di dubbio originale, adatto a donne che vogliono osare e non hanno paura di farlo.



Come si ottiene il capello sfumato


Per ottenere un capello sfumato bisogna affidarsi ad un professionista che è l’unica figura in grado di poterci aiutare, guidare e consigliare al fine di scegliere il tipo di colore più adatto alle nostre esigenze.


Grazie a lui, sarà possibile individuare le colorazioni più adatte rispetto alla base di partenza senza correre rischi. In fondo, le tecniche di colorazione sono tante e per alcune di esse è previsto anche il "fai da te" per arrivare ad ottenere capelli dall’effetto sfumato.



Quali sono le tecniche di sfumatura?


Conosciamo allora queste tecniche che ci permettono di realizzare capelli sfumati.


  • - Lo Shatush è certamente la tecnica più nota. Non toccando assolutamente le radici, permette di schiarire i capelli fino a un massimo di tre tonalità;


  • - il Balayage: con questa tecnica i capelli si schiariscono fino a due toni regalando sfumature sulla lunghezza.


  • - il Bronde, è l'evidente combinazione tra il biondo e il castano;


  • - il Broux, permette di schiarire a partire da una base castana e creare sfumature con il rosso;


  • - l’Ombrè, per schiarire solo le lunghezze dando vita a un visibile distacco con la radice.



Sfumatuta con il "fai da te"


Ci vuole molta attenzione quando si decide di optare per una sfumatura fai da te. L’importante è orientarsi nelle colorazioni messe in commercio per sfumare i capelli da sole a casa senza doversi rivolgere al parrucchiere.


La tecniche di sfumatura è la seguente:


  • - i capelli vanno divisi in ciocche da separare con elastici;


  • - a questo punto, i capelli vanno cotonati sulle punte per poi applicare con cura la crema decolorante, cercando di dare vita a un effetto non uniforme;


  • - infine le punte devono essere coperte con carta stagnola per poi passare del decolorante nella parte sopra la carta.



    • Capello sfumato: quali risultato si ottiene?


      Quali saranno i risultati finali? Se si hanno capelli lisci, si noteranno sfumature più evidenti; in caso di capelli ricci o mossi, le sfumature saranno visibili soprattutto quando si muove la chioma.


      In ogni caso, la sfumatura è ben visibile sia su capelli medi che su quelli lunghi. C’è poi da dire che questa tecnica è vincente anche se si è soliti portare i capelli raccolti, ad esempio in una coda di cavallo o con uno chignon.



      Combinazioni di colore per un effetto sfumato


      Quando vogliamo cambiare colore dei nostri capelli e scegliere il fascino derivante da un effetto sfumato è necessario partire dalla scelta del colore che non è detto rispecchi sempre in pieno i nostri gusti.


      • - Capelli biondi sfumati. Se si hanno capelli biondi, sono indicate sfumate sul castano, sul rosso, e per chi vuole osare, colori come il viola e il rosa pastello;


      • - Capelli castani sfumati. I capelli castani trovano il massimo risultato con il caramello, il biondo, il color cioccolato e il rosa;


      • - Capelli rossi sfumati. Sui capelli rossi le nuance più indicate sono certamente il castano e il biondo;


      • - Capelli neri sfumati. Per chi desidera osare, è necessario partire da un colore nero per arrivare al turchese, al verde, all'argento o al giallo;


      • - Capelli bianchi o grigio sfumati. Infine, se si hanno capelli bianchi o tendenti al grigio e non si vuole rischiare, si può scegliere il rosa, il turchese e il nero.




      Consigli utili per evitare errori


      Per non sbagliare, è importante seguire alcune piccole ma fondamentali regole. Mai tentare di creare da soli le colorazioni da zero: è preferibile acquistare dei kit già studiati e dosati per ottenere un risultato soddisfacente. In caso di dubbi, è sempre bene rivolgersi al proprio parrucchiere.


      E ancora, quando i capelli vanno separati è importante rivolgere le punte verso l’alto, distribuire il prodotto con il pennellino presente nella confezione o con dei pennelli professionali e seguire precisamente i tempi indicati sul prodotto senza forzarlo.

Navigazione
© 2011-2017 - JukeTown.it - Tutti i diritti riservati - Note Legali